Contenuto principale

È opinione diffusa che la sanificazione degli ambienti scolastici sia una misura straordinaria e complessa, da attuare ogniqualvolta un alunno o un operatore scolastico risulti positivo al COVID ricorrendo a una ditta specializzata. Le cose però non stanno esattamente così: la sanificazione è invece una delle principali misure di profilassi anti-COVID, e dunque è misura ordinaria e non straordinaria. Gli ambienti scolastici vanno sanificati tutti i giorni, e la cosa è possibile in quanto la "sanificazione" degli ambienti scolastici non è affatto una procedura complessa, tale da richiedere l'intervento di una ditta specializzata.

La normativa sulla sanificazione degli ambienti scolastici è contenuta in due documenti:

  1. il Rapporto IIS-COVID n. 58
  2. la circolare del Ministero della Salute del 22 febbraio 2020

Il Rapporto IIS-COVID n. 58 chiarisce, al paragrafo 2.2.1, che "sanificare" significa "pulire e disinfettare". La circolare del Ministero della Salute del 22 febbraio 2020 spiega, a pag. 6, come va effettuata la sanificazione degli ambienti non sanitari (tali sono gli ambienti scolastici) dove sia transitato un soggetto positivo al COVID. Riporto la parte che ci riguarda.

In stanze, uffici pubblici, mezzi di trasporto, scuole e altri ambienti non sanitari dove abbiano
soggiornato casi confermati di COVID-19 (...) verranno applicate le misure di pulizia di seguito riportate.
A causa della possibile sopravvivenza del virus nell’ambiente per diverso tempo, i luoghi e le aree
potenzialmente contaminati da SARS-CoV-2 devono essere sottoposti a completa pulizia con acqua e
detergenti comuni prima di essere nuovamente utilizzati. Per la decontaminazione, si raccomanda l’uso di
ipoclorito di sodio 0,1% dopo pulizia. Per le superfici che possono essere danneggiate dall’ipoclorito di
sodio, utilizzare etanolo al 70% dopo pulizia con un detergente neutro.(...)Vanno pulite con particolare attenzione tutte le superfici toccate di frequente

Dunque per la sanificazione non servono prodotti o strumenti particolari: ipoclorito di sodio ed etanolo, ossia candeggina e alcool, prodotti di uso quotidiano in tutti gli ambienti scolastici. Le operazioni di pulizia e disinfezione adottate all'IC Campagnano sono descritte nel documento allegato (Regolamento sanificazione e igiene).

Scopo di tutto ciò è tutelare la salute di alunni e operatori scolastici. Riflettiamo su una cosa: per scoprire che un alunno è positivo al COVID passano almeno 2 giorni dall'ultimo passaggio a scuola dell'alunno, 2 giorni in cui l'aula sarebbe contaminata e dunque portatrice di contagio se essa non fosse "sanificata" attraverso le quotidiane operazioni di pulizia effettuate dai collaboratori scolastici mediante l'uso di prodotti virucidi. Per tutelare la salute di tutti, dunque, occorre sanificare ogni giorno, senza attendere interventi straordinari che per forza di cose arriverebbero tardi, quando ormai il contagio ha avuto modo di diffondersi. Per fortuna la cosa si può fare, perché per "sanificare" non servono competenze o prodotti particolari: basta pulire a fondo con alcool e candeggina.

Il Dirigente Scolastico